Fat-bottomed girls

pubblicato da Giulia martedì, agosto 28, 2007 14:50

Colpevole, Vostro Onore: non ho mai scritto su questo blog quanto mi piace Beth Ditto. Mi piace l’idea di Beth Ditto e anche la pratica di Beth Ditto, la sua voce e la sua ciccia. Il disco dei Gossip non sarebbe niente, senza di lei: e per questo i Gossip hanno un potenziale enorme. Mi piace Beth Ditto, e sono due giorni che lo dico nei commenti a questo post su Grazia; dove, oltre all’inevitabile snobismo ipocrita di chi trova che lei “ostenti”, c’è chi è arrivato a dirmi che Beth Ditto non mi piace.

E’ bello quando la gente si prende cura di dirti cosa pensi veramente. Illuminante. Su di loro, mica su di te.

Il motivo del contendere è la possibilità che Beth Ditto possa rappresentare qualcosa di seriamente sovversivo. Intendiamoci, non roba da ribaltar governi o eliminare le taglie 36 da Vogue, ma io credo di sì: credo che la sua corporeità contenta, insieme a quella di Nikki Blonsky, Jennifer Hudson, America Ferrera e Queen Latifah in proporzioni variabili, sia un bel dito medio in faccia a chi esige che le donne grasse (i.e. sopra la taglia 42, quindi inclusa la sottoscritta: roba da non crederci) se ne stiano discretamente coperte.

E’ piuttosto facile attaccare Beth Ditto, nello specifico: perché è obesa e si esibisce in mutande, perché è lesbica e sta con una donna che si fa identificare con un pronome maschile-quindi è un uomo-quindi Beth Ditto è eterosessuale, perché dice “sono femminista” e le signorine perbene che fanno la fila per una borsa Hermés si ritraggono orripilate. Perché, invece di starsene nell’Arkansas dentro a un vestito extralarge nero o grigio, saltella sui palchi di mezzo mondo a culo di fuori. Perché con il fidanzato/la fidanzata ha fatto delle foto pornografiche per un giornale rivolto al pubblico omosessuale. Perché canta con un vocione zozzo che fa venir voglia di accoppiarsi negli angoli. Perché è amica di Kate Moss ma non vuole essere Kate Moss. Perché boicotta le catene di abbigliamento che non fanno vestiti della sua taglia rifiutando di esibirsi nei loro punti vendita. Perché è chiaramente contentissima di essere la persona che è: ciccia e tutto. Perché NME l’ha eletta Coolest Person of 2006, facendo scoppiare la bomba: come, la cicciona vince?

Dà fastidio, Beth Ditto. Il suo corpo è socialmente inaccettabile: se volesse fare la cosa giusta, canterebbe e basta, non parlerebbe, si vestirebbe con un decoro superiore a quello richiesto alle ragazze magre. Cercherebbe di far passare in secondo piano la sua fisicità, la minimizzerebbe. Il fatto che la usi, la esibisca, che si vesta come una diva disco e si trucchi come la Strega Malefica e non abbia paura di niente è fastidioso. Va ridimensionata, ridotta al minimo comun denominatore del “Grasso è bello”, quando il punto non è il grasso. Il punto è essere felici di come si è, grassi, magri, alti, bassi, rossi, biondi, neri, bianchi. Beth Ditto non dice “diventate grasse come me”. Dice “io così sto bene. Voi come state?”

Le donne grasse hanno sempre davanti due scelte: adeguarsi (e quindi perdere peso, coprirsi, non andare in spiaggia, rinunciare ad essere viste come esseri sessualmente attraenti) o ribellarsi. In questo, hanno qualcosa in comune con gli omosessuali, a cui si chiede di essere miti e riservati, discreti, non baciarsi in piazza, ché è di cattivo gusto. Beth Ditto è contemporaneamente grassa e omosessuale.

Praticamente una cartina al tornasole.

Commenti e ping chiusi.

4 commenti to “Fat-bottomed girls”

  1. sassy_kath says:

    marzo 11th, 2009 at 1:37

    si ma fino a un certo punto fiera di essere grassa… cioè, se si condanna tanto l’anoressia, si deve condannare anche l’obesità. E beth ditto è chiaramente obesa. E poi sinceramente non ci trovo niente di male a migliorare il proprio corpo. io beth ditto la conosco poco e nulla, in giro non ne ho sentito parlare molto, solo 1 volta, e come cantante non ho idea di come sia, però sinceramente tutta questa ostentazione “io sono grassa, lesbica e trallalerò trallallà”… per carita, se è in pace con se stessa ok, ma visto che se ne dicono di ogni sulle quelle magrissime e ripeto si parla continuamente di anoressia, perchè non si deve condannare anche l’obesità? Nessuno si accorge che anche queste beth ditto che si eleva tanto a paladina della giustizia delle non magrissime lancia involontariamente un messaggio sbagliato. E comunque, il fatto che non prendano tagli over-42 per sfilate, moda o riviste è più che palese il motivo. non per offendere, ma ad una taglia 50 non starà mai benissimo un vestito fatto su misura per figure più snelle, e infatti gli stilisti prendono sempre donne filiformi per la moda.

  2. Erika says:

    giugno 3rd, 2009 at 12:31

    no, ma dico gente…. il seno rifatto lo accettiamo…anzi lo ambiamo, lo sognamo, lo agogniamo..siamo disposte ad indebitarci per averlo purchè si possa sfoggiare questa forma perfettamente rotonda ed innaturale e sbatterla in faccia al nostro fidanzato, amico/a, collega…al mondo!!! quello va bene…ma vi rendete conto che E’ PLASTICA?????? vi rendete conto che E’ UNA PROTESI COMPLETAMENTE NON NECESSARIA??????? però una taglia 44-46-48-50 e piu’…quello no!!!! quello è brutto, sconveniente, indecente, insano!! MA STIAMO SCHERZANDO??? in quale mondo malato viviamo?? Perchè non abbiamo piu’ la percezione di noi stessi, e il cervello chiuso in un sgabuzzino ?? Allora per me le cose sono due: Grazie a Dio per Beth Ditto che ha piu’ forza di mostrar se stessa al mondo nell’unghia del suo piede che tutti noi assieme.
    Non posso credere a chi dice che i vestiti fatti per le persone magre non staranno mai bene ad una taglia 50!! HEY SVEGLIATI!!!!! NON STANNO BENE NEMMENO A ME CHE SONO UNA 44!!!!MA COSA VUOL DIRE POI?!?!? MAH!
    Seconda cosa: chi critica una persona con una taglia alla Beth Ditto ( anche se definito obeso) lo fa solo perchè ne ha paura…è piu’ facile per chi è debole e asseconda le mode, criticare chi ha il coraggio e la forza di non farlo…eppoi obeso non è sano?!?!?! ma perchè ANORESSICO SI???? e tutte quelle squinzie trasparenti alle tv, che dicono: io mangio di tutto, anche la pasta…ma ho un buon metabolismo…e poi mangiano coca a colazione, pranzo, cena…quelle sono SANE???? MADAIIIIIIII!!!!!!
    Perfvore siate coerenti, realisti e almeno sinceri con voi stessi….ma soprattutto liberate la mente.
    GRAZIE BETH DITTO E SPERIAMO CHE CI SIANO ALTRE DONNE COME TE LI’ FUORI!!

  3. nana says:

    giugno 19th, 2009 at 5:09

    sicuramente l’anoressia, così come l’obesità sono da combattere, inquanto patologie entrambe provocano danni immensi all’organismo. Non vedo perchè però, una persona obesa dovrebbe essere ghettizzata, inibita, o debba essere criticata in misura superiore ad una estremamente magra, o rimanendo in tema di patologie, ad una persona che abbia un braccio rotto o un’artrite cronica. Beth Ditto ha una personalità che raramente si può ritrovare in persone che il mondo reputa “normali”, o nello stesso ambiente dello Show business. Il fatto che poi usi la sua fisicità per perorare cause e temi che pochi hanno il coraggio di affrontare,le fa onore. Per quanto riguarda il fatto che gli stilisti non assumono modelle over 40 per le loro sfilate, ne tantomeno si impegnano a produrre abiti che possano vestire le persone obese, la spiegazione è molto semplice…l’obiettivo di questi “grandi stilisti” durante una sfilata non è mettere in mostra una donna, ma un abito, della persona che lo indossa a loro non importa niente….ecco spiegato perchè ci sono modelle anoressiche che hanno dei corpi martoriati, che ricordano cadaveri…se i “signori grandi stilisti”,avessero a disposizione delle grucce con le gambe dotate di movimento, farebbero sicuramente sfilare quelle. Il fatto poi che gli abiti da loro prodotti non vestano bene una donna over 50…dipende dall’abilità di questi “grandi signori della moda”….è facile vestire una scopa, altro è vestire una donna vera, con delle forme vere e mettere in risalto l’insieme di donna e abito.questa è arte, il resto è solo chiacchera…peccato che milioni di ragazzine dipendano così tanto da chiacchere vuote…fatte da persone vuote.

  4. viviana says:

    aprile 12th, 2011 at 12:02

    io sn daccordissimo cn qll k hai skritto, è vero k ovviamente l obesità fa ache male alla salute ma nn credo che Beht abbia problemi di qst tipo xk senò nn riuscirebbe a fare tt qll kasino sul palco! Chi ha problemi di tipo salutare fa bene a curarsi ma ki sta bene e nn porta taglie k x certa gente sn migliori di altre fà bene a sorridere e fottersene xk vada cm vada ci giudikeranno sempre e sinceramente preferisko essere felice nei miei panni k esserlo in qll di qualk1 altro!