In partenza

pubblicato da Giulia venerdì, ottobre 28, 2005 16:01
Aggiunto alla categoria A TV eye on me

Lasciamo Via Gregorio VII in un bel giorno di sole. Il nuovo studio di Saxa Rubra, quello da cui ricominceremo a trasmettere il giorno del mio compleanno, è grande il doppio e ancora vuoto.
Ci lasciamo dietro i tecnici, i fonici, i cameramen, gli ispettori di studio, i truccatori, i parrucchieri. Solo la redazione, gli autori, i conduttori e la regia migreranno verso la Terra Promessa, che a sentire chi ci ha già lavorato è più simile a un centro di detenzione. In mezzo al nulla, circondato solo da un parcheggio, il Centro Rai vive di vita propria. Noi andiamo lì, con i nostri scatoloni, come gli emigranti, sperando nel futuro.

A me mancherà molto, questo posto. Ma soprattutto mi mancheranno i miei baristi, che per cinque mesi della mia vita mi hanno preparato la colazione quasi tutti i giorni, ultimamente senza che nemmeno dovessi dire che cosa volessi mangiare. Era già pronto al banco.
Mi mancheranno le chiacchiere con Paola, la mattina, mentre mi stende l’ombretto, e con Cristiana, la regina del bigodone.
Mi mancheranno gli sfottò degli operatori e le corse in grafica per far correggere i refusi dell’ultimo minuto.
E’ stato un posto felice. Potendo scegliere, ci resterei.

Commenti e ping chiusi.

7 commenti to “In partenza”

  1. paolo beneforti says:

    ottobre 28th, 2005 at 4:41

    ma in queste due settimane che trasmettono? repliche o tutt’altro?

  2. Giulia says:

    ottobre 28th, 2005 at 4:45

    Repliche e piccoli frammenti registrati in questi giorni.

  3. chuk says:

    ottobre 28th, 2005 at 7:01

    (segnalazioni)
    mi rendo conto che questo post parla di altro…ma volevo segnalare a pag. 43 di repubblica del giorno venerdì 28 ottobre in basso a dx una piccola immagine della homepage di “sai tenere un segreto”.

  4. malraed says:

    ottobre 30th, 2005 at 11:04

    mi raccomando poi il chilometro a piedi assaporando l’aria che sa di mucca!
    però la mensa non è male.

  5. Giulia says:

    ottobre 31st, 2005 at 9:19

    Il trenino ti sgancia direttamente dentro il Centro Rai. Devi fare a piedi solo il tunnel che conduce alla portineria, e poi la strada fino alla palazzina B, che non è distantissima. E’ la stessa di Unomattina, fra l’altro, per cui avrò grandi occasioni di incontrare in corridoio la Balivo e spaventarla urlandole “Menopausa!” a tradimento (chi ha visto la nostra partecipazione a Unomattina di qualche tempo fa capirà) 😀

    In alternativa, posso sempre razziare il tavolo della colazione con l’ospite, dove nessuno mangia mai niente ma c’è della roba fantastica…

  6. malraed says:

    ottobre 31st, 2005 at 12:15

    eh eh eh la balivo (non ho visto maposso immaginare, giacchè credo di aver capito chi sia)

  7. luciano giustini says:

    novembre 17th, 2005 at 3:12

    Pensa, ci abito, li’ vicino Vi vedevo quasi tutti i giorni, uscire da quel bunker li’ sotto a via Gregorio VII, con quel cartellino “Rai futura” 🙂
    e magnare al baretto (che da quando ci siete voi ha virato al bel tempo stabile, prima nonc’era mai nessuno!). Un sacco di belle ragazze, peraltro, che non mancano di attrarre l’attenzione dei passanti distratti!