Party hard

pubblicato da Giulia lunedì, Novembre 8, 2004 13:37
Aggiunto alla categoria Sono fatti miei
Commenti disabilitati su Party hard

Buona volont
Ho girato tutta la sera leggendo cartellini e abbracciando gente, manco mi chiamassi Romy (o Michele – i cinefili capiranno). Purtuttavia scopro che c’ gente che non ho visto, nonostante la volessi vedere. Ce l’ho messa tutta.

Essi Sono Coloro che Sono
Magenta e Woland sono belli esattamente come mi era stato detto (lui tipo stella del cinema cubana, lei tipo tenebrosa femme fatale con ala di capelli corvini su un occhio) e simpatici in proporzione. Date le inclinazioni letterarie, abbiamo deciso che sono gli EnzoeLaLaura porno. Prima li adoravo, ora di pi.

Chi, io?
Il Confuso che durante la presentazione del libro fa finta di non esserci.

Wish you were here
Uscire per telefonare a Emiliano, che a letto con la febbre, e fargli la cronaca della festa.

Alzate il silenzio
La tentazione, piuttosto forte, di prendere il microfono e recitare in tono discorsivo Il cinque maggio, tutto intero, e vedere se qualcuno se ne accorge.

Madonna
Arkangel cos bella che dove passa i bulbi oculari cadono spontaneamente a terra.

S, io sono io
proprio Broono.

Poverino’s
Quelli che hanno preso il regalino che mi aveva portato Bambolescente e se lo sono mangiato per poi abbandonarne le spoglie a terra. La troppa cioccolata rende stitici, sappiatelo.

Un applauso
Per quella che si presentata alle festa spacciandosi per me e rubandosi di conseguenza il mio badge prestampato. Dato che non sono riuscita a trovarla, spero per lei che qualcuno non abbia davvero creduto che ero io e l’abbia gonfiata di paccheri.

Igino non se la prender
Io: “… i collaboratori di Clarence secondo me adesso stanno facendo la mamma. Tutti. Anche Igino Domanin.”
Genna, Neri e Grassilli: “…”
Genna (leggermente scioccato): “Ma come fai a ricordarti anche Igino Domanin?”

Momenti imbarazzanti
Vedere Labranca, emozionarsi e rendersi conto che non gli posso parlare perch ho il singhiozzo. Sbagliare quindi la dedica a Labranca. Sorry, Tommaso.

Momenti imbarazzanti /2
Stare seduta fuori a farsi passare il singhiozzo (o almeno provarci) con Filippo Facci che mi guarda divertendosi un sacco.

Viva la gente
Marta incredibilmente carina.
Anche Manila incredibilmente carina.
Tantissima gente era incredibilmente carina, quando non proprio bellissima.
Adesso che ci penso, non ho visto neanche una faccia brutta.
Forse avevo bevuto troppo, o forse la gente allegra sempre bella.

“Ma sei tu! Sei veramente tu!”
Quello che hanno detto almeno in cinque a Damir, conoscendolo. Con varianti sul tema dello stupore.

Strano ma vero
Nessuno ha parlato di blog dalla presentazione in poi. Almeno, non con me.

La frase che ho sentito di pi
“Sono sbronzo/a”

Ettecredo
C’erano cos tanti free drink in giro che ne ho ancora uno nella borsa.

Trenino
Tutti insieme a caccia di Roberto Grassilli per rubargli i free drink, “Che lui ne ha tanti! Se li berr mica tutti?”

Evviva
La mia domanda imbarazzante ha avuto una risposta non imbarazzante.

Vivo sempre insieme ai miei capelli
Ogni volta che mi pettino benino, piove.

Miao
La Gatta ha degli occhi bellissimi ed un sacco alta.

Gente gente gente divertente
Dio benedica Trentamarlboro.

Gente gente gente divertente /2
Dio benedica un po’ tutti. A secchiate.

E adesso andate da Davide a leggere gli altri, su.

Commenti e ping chiusi.