Par condicio, dicevamo?

pubblicato da Giulia sabato, ottobre 24, 2009 11:08

Posto che i carabinieri ricattatori devono andarsene dentro alla bersagliera; posto che mi dispiace per la moglie; posto che ormai siamo una Repubblica basata sulle confessioni delle puttane; Piero Marrazzo si deve dimettere. Non domani, non dopo che i fatti saranno stati accertati, non fra un mese o una settimana: adesso. Per le stesse ragioni per cui si sono chieste le dimissioni di quell’altro lì. Sì, OK, va bene, i trans non ce li siamo ritrovati candidati in ogni dove (almeno per ora), ma comunque. A casa. Ora.

Commenti e ping chiusi.

10 commenti to “Par condicio, dicevamo?”

  1. stone says:

    ottobre 25th, 2009 at 11:42

    e in effetti si è dimesso…

  2. Giulia says:

    ottobre 25th, 2009 at 8:26

    Essì. Poi ce ne sarebbe, da dire.

  3. Luigi says:

    ottobre 25th, 2009 at 9:38

    Obbiettivamente sono confuso e non comprendo. Posto ed eventualmente verificato che le persone coinvolte fossero tutte maggiorenni, posto ed eventualmente verificato che le persone coinvolte esercitassero liberamente e senza costrizioni (una addirittura sembra sostenga di considerarsi la fidanzata). Posto che tradire la moglie non è reato e nemmeno può essere motivo di scarsa capacità politica. Posto che metterlo o prenderlo nel…., almeno per molti, non è ne’ una depravazione né un atto immorale ma solamente una libera scelta di orientamento sessuale, e , comunque in ogni caso non può essere considerato elemento discriminante la bontà della propria azione politica. Posto tutto questo per quale motivo ritieni che il presidente della regione lazio si debba dimettere immediatamente senza se e senza ma? Definire la tua posizione moralista e bacchettona mi pare un eufemismo. Obbiettivamente non capisco. Oppure dici questo solo per poter continuare a sostenere le stesse ragioni per cui si sono chieste le dimissioni di quell’altro lì? E quindi sostieni una posizione moralista solo perché il fine giustifica i mezzi?

  4. Anellidifumo says:

    ottobre 25th, 2009 at 9:54

    Sono pienamente d’accordo. Anche perché lo scandalo non è sessuale, è relativo alla cocaina trovata con Marrazzo e ai suoi assegni firmati per non essere arrestato o sputtanato.

  5. Giulia says:

    ottobre 26th, 2009 at 9:50

    La prostituzione si colloca in una zona eticamente e legalmente grigia. Non è illegale vendersi, ma non è nemmeno possibile dichiarare i guadagni derivanti dalla prostituzione come se fosse una qualsiasi altra attività; si può fare, ma senza “adescare” (altrimenti si commette un reato). Frequentando le trans, Marrazzo si è messo in una posizione eticamente e legalmente discutibile: non ha forse commesso un reato, ma si è comprato la compagnia e le prestazioni sessuali di un altro essere umano, la cui libera scelta è ancora – date le circostanze in cui si trovano a vivere e guadagnarsi il pane le persone transessuali – opinabile.
    Poi c’è anche la questione di essersi fatto ricattare e di essere pertanto, appunto, ricattabile: un pubblico ufficiale che paga per non essere sputtanato è – ancora una volta – in una posizione discutibile dal punto di vista etico.
    La faccenda della cocaina, però, sa di trappola. Ecco, su quella ci sono dubbi concreti. Ma che Marrazzo abbia fatto una cazzata imperdonabile a un politico non credo proprio. Mi pare evidente.

  6. JayDB says:

    ottobre 26th, 2009 at 5:27

    prova

  7. Anellidifumo says:

    ottobre 26th, 2009 at 10:50

    Giulia, mi sa che c’è un typo nel tuo ultimo commento, verso la fine: non credi o lo credi?

  8. Giulia says:

    ottobre 27th, 2009 at 12:34

    Più che un typo, una sintassi creativa. Intendevo dire che non ho dubbi che abbia fatto una cazzata.

  9. JK says:

    novembre 1st, 2009 at 1:00

    È una figura retorica di cui (figuriamoci) non ricordo il nome. 😀

  10. Notizie dai blog su Aldo Grasso sulla “par condicio” says:

    marzo 19th, 2010 at 3:15

    […] Par condicio, dicevamo? Posto che i carabinieri ricattatori devono andarsene dentro alla bersagliera; posto che mi dispiace per la moglie; posto che ormai siamo una Repubblica basata sulle confessioni delle puttane; Piero Marrazzo si deve dimettere . Non domani, non dopo che i fatti saranno stati accertati, non fra un mese o una settimana: adesso. blog: sai tenere un segreto? | leggi l'articolo […]