Sar il caldo

pubblicato da Giulia giovedì, Agosto 5, 2004 17:27
Aggiunto alla categoria Triste mondo malato
Commenti disabilitati su Sar il caldo

Praticamente su ogni blog ancora aperto e aggiornato (e anche su quelli i cui autori sono in ferie) dilaga la moda del commento anonimo con insulti, malignit, insinuazioni e cretinerie di vario genere. E non parlo di casa mia, dove spesso e volentieri viene a sbandare qualche membro dell’Anonima Segaioli in cerca di qualcosa da fare con la mano libera. Parlo proprio in generale.

Una quantit impressionante di poveri frustrati si aggira per il web. Vorrebbero essere in vacanza, invece sono (con ogni probabilit) al lavoro o a casa senza niente da fare. Sudano. Soffrono. E invece di cercare l’interazione costruttiva con altri esseri umani, si sfogano sulle persone virtuali. Si collocano a met fra il bulletto dell’asilo e quelli che vanno a suonare tutti i campanelli e poi scappano. Salvo ogni tanto essere smascherati ed essere costretti a fare i simpatici, colti dal timore di un eventuale confronto nella vita reale, quella dove la gente, se gli gira male, si vendica. E se gli gira bene ti umilia, che anche peggio.

Il mio database cerebrale, vera miniera di stronzate irrilevanti, a questo punto tira fuori sempre la stessa scena di non so che film degli anni ’80. In questo film c’era Enzo Braschi nei panni del Paninaro. Orbene, a un certo punto il Paninaro decide di scrivere con lo spray “Punk merda” sul muro.
Il problema che mentre l che scrive sogghignando, gli arrivano dietro le spalle dieci punk enormi e incazzati.
Lo atterrano con una manata proprio mentre lui sta cercando di trasformare la scritta in “Punk merdavigliosi”.

Pi o meno cos, ecco.

Ragazzi, lo dico per voi: trovatevi una donna, un uomo, un cane, un hobby. Fa bene alla salute. Fa dimagrire. Tonifica. Fatelo. Vi sentirete meglio.

Commenti e ping chiusi.