Non questo il punto

pubblicato da Giulia mercoledì, Settembre 8, 2004 15:44
Aggiunto alla categoria Sono fatti miei

No, non sono d’accordo, Simo. A parte il benaltrismo del post, qui non si tratta di “patata in pericolo”. che ne hanno appena ammazzato uno, a sangue freddo, di uomo pacifico e anche utile alla causa della popolazione (e non dei terroristi) dell’Iraq. L’hanno ammazzato, probabilmente, a prescindere da quello che avrebbe fatto il Governo italiano a riguardo.

Adesso ne hanno prese altre due, e anche se fossero stati due uomini, la ferita fresca a far muovere la gente. Per Baldoni hanno pianto in molti, e ancora pi lacrime piangerebbero per le due Simona. Certo, farebbe gioco ai Feltri, alle Fallaci, ai Bush, ai Putin, ai Blair e ai Bandana di questo mondo se le ammazzassero. Pi sangue, pi dolore, pi tristezza, e l’odio del cittadino comune si impenna, la guerra continua, e gliela facciamo vedere noi a quei bastardi.

Non perch sono donne che la gente si muove: perch sono donne di pace, andate l dichiaratamente per dare una mano a chi subisce le decisioni dei Bush, dei Putin, dei Blair e financo dei Bandana del mondo. Donne, anziani, bambini, malati. Gente a cui nessuno ha chiesto cosa desiderava, in un senso o nell’altro, e che muore ogni giorno, anche se con meno clamore dei bambini osseti sbattuti, povere stelle, in prima pagina, nudi, morti o vivi ma comunque straziati.

per questo che ci si muove, e non per questioni di carri e di buoi.

Commenti e ping chiusi.

Un commento to “Non questo il punto”

  1. ilpaesechenonc'e' says:

    Settembre 13th, 2004 at 12:39

    Spariamo sulla croce rossa (tanto sono sempre 20 p

    Quando accadevano queste cose su internet si accusava puntualmente “il branco”, che, spinto da un presunto capo, andava ad assalire un “povero” tizio che aveva espresso la sua opinione…