Me parlare festa della donna un giorno

pubblicato da Giulia domenica, marzo 7, 2010 13:06
Aggiunto alla categoria Spot, Una che scrive

La gente mi fa delle sorprese: sono venuta a sapere solo giovedì che domani, alle 21.00 a Firenze presso la Biblioteca delle Oblate (che se permettete è una location strepitosa, data la natura dell’evento) si terrà un reading di testi tratti da Me parlare donna un giorno. Io non posso esserci, ma voi (fiorentini e limitrofi) sì. Andateci e raccontatemi tutto, io sarò a casa a mandare vibrazioni positive in quella direzione.

Commenti e ping chiusi.

4 commenti to “Me parlare festa della donna un giorno”

  1. Disorder says:

    marzo 7th, 2010 at 2:48

    Nooo! ma come, non ci sei tu???
    Comunque confermo, location deliziosa.

  2. Giulia says:

    marzo 7th, 2010 at 4:06

    No, non ci sono! L’hanno organizzato e me l’hanno detto in corsa, praticamente giovedì pomeriggio. Non ne sapevo niente. Per cui non ce la faccio ad andare, ma insomma, la commozione.

  3. Teresa says:

    marzo 9th, 2010 at 1:09

    Beh, sì, abbiamo organizzato di corsa e detto di corsissima a Giulia, ma è venuto bene e lo usiamo come rito propiziatorio per altra replica: stessa spiaggia, stesso mare, ma con Giulia presente, s’intende.
    Commento del tecnico delle biblioteca (che non si è mosso durante tutto il reading): “Avete portato un’insolita ventata d’allegria in questa biblioteca”
    Cosa avrà voluto dire?
    “Sono le 22,30 e sono ancora qui a lavorare in bilbioteca. Ho fatto lo straordinario, ma, stranamente, non mi sono rotto le palle. Meglio di niente…”
    “Dovreste sentire che cosa non si è detto inquesti giorni per la festa della donna: meno male che sono nato uomo!”
    “Avete portato un’insolita ventata d’allegria in questa biblioteca”
    E poi basta, sennò…

  4. thomas morton says:

    marzo 9th, 2010 at 4:53

    io c’ero e mi sono divertito (ho chiesto l’iscrizione al tuo feed, anche, nel caso volessi accondiscendere)