You are Blogfest on my mind

pubblicato da Giulia lunedì, ottobre 5, 2009 21:47
Aggiunto alla categoria Sono fatti miei, Viva la gente

foto_piccolaLo scrivo adesso, prima che mi scivoli via di dosso come i sogni belli che fai la mattina, e te li porti fino a colazione prima di perderli in un’ansa della memoria e non riuscire a ritrovarli più. Alla Blogfest dell’anno scorso non ho avuto tempo di divertirmi per la Blogfest in sé: correvo qua e là per girare i video con Yalp!, sotto una pioggia fastidiosissima, infreddolita perché non avevo i vestiti adatti. E ne ho un ricordo bello e pieno di energia, ma più legato al fare una cosa che mi piace molto che all’evento in cui mi trovavo.

Quest’anno ero lì per parlare del mio libro all’interno del LoveCamp (ErotiCamp, quello che è: alla fine non si capiva più e andava bene lo stesso), ma sono tornata con un tale carico di energia umana positiva che pure io, l’orsa, non volevo più tornare a casa. Sul serio. Non mi ricordavo un evento in cui la presenza fisica degli altri fosse così vicina e calda dai tempi delle gite delle superiori, ma senza il nonnismo dei miei compagni di scuola. Un’idea semplice e brillante, quella dei cuscini dentro il tendone: buttarsi lì, tutti ammucchiati, a chiacchierare, con i bambini che ci correvano intorno (e quante coccole gratis da Rebecca e Zeno?), a farci scherzi da caserma, ribaltarci indecorosamente come Giandomenico Fracchia. Un enorme cuddle party spontaneo. E vogliamo parlare della festa danzante sull’erba, interrotta dalla polizia alle due e venti di mattina, altrimenti saremmo ancora lì a ballare?

Forse è vero che la blogosfera è diventata ancora più piccola e chiusa, che siamo sempre gli stessi. Io un po’ di persone nuove le ho conosciute, e ne avrei volentieri conosciute anche di più; forse avrei dovuto partecipare più attivamente ai camp, essere più focalizzata nella mia attenzione. Ma dubito che un supplemento di virtù avrebbe reso l’esperienza più fruttuosa. Il fatto è che i rapporti umani – stare con gente che stimi e a cui, in alcuni casi, vuoi direttamente molto bene – sono un bene sottovalutato. Trovarsi tutti insieme a Riva del Garda, anche solo per parlare fra i soliti noti, è importante. Forse non per gli altri, forse non per quelli che passano il tempo a dire che i blogger sono autoreferenziali (e lo ripetono dal 2004: ormai si è capito, grazie, aggiornare il concetto?) o per quelli che pensano che la rete sia solo un covo di nerd solitari che vi trovano rifugio per evitare di avere una vita sociale. La rete è la nostra vita, ne fa parte, è il tessuto connettivo del nostro essere vicini quando non siamo vicini. Quando siamo vicini, della rete (casualmente) possiamo anche fare a meno. E infatti la slavina di foto, commenti, abbracci e lacrimucce è iniziata oggi che siamo ognuno nella sua città.

Questo post non ha link perché quelli che ho visto a Riva del Garda non erano link, erano persone. Non riesco a trovare una sola critica da fare a questi giorni passati insieme, perché a volte il materialismo della produttività deve lasciare spazio alla produttività del cazzeggio.

E poi, vedere Gianluca tuffarsi e poi rotolare indecorosamente fuori da una pila di cuscini non ha prezzo.

Commenti e ping chiusi.

9 commenti to “You are Blogfest on my mind”

  1. stark says:

    ottobre 5th, 2009 at 10:11

    (io, a lei, l’ho conosciuta solo sabato, ma mi sia consentito di dirle che è da un bel po’ che le voglio bene, si sappia)

  2. Giulia says:

    ottobre 5th, 2009 at 10:21

    Quasi quasi mi commuovo.

  3. stark says:

    ottobre 6th, 2009 at 8:43

    ‘sagerata 🙂

  4. occhidaorientale says:

    ottobre 6th, 2009 at 1:26

    Che tenerezza 🙂
    (Si intuisce dalle foto: tutti belli, tutti con sorrisi luminosissimi.)

  5. Antonio Patti LdF says:

    ottobre 7th, 2009 at 9:15

    Non ricordo se ti ho conosciuto, però non posso che condividere ogni tua parola.
    Magari leggerò anche il tuo libro 🙂
    Saluti e a presto

  6. Vincenzo says:

    ottobre 9th, 2009 at 1:11

    Alla BlogFest io ho preferito il Festival di Internazionale a Ferrara, peccato che i due eventi coincidevano, altrimenti sarei venuto anch’io a Riva del Garda, come lo scorso anno.
    Detto questo, non credo che la blogosfera si sia ristretta… il fatto è che gli habitué dei barcamp rappresentano solo una fetta, piccola tra l’altro, della blogosfera, sempre se questo termine abbia ancora un senso.
    Per una persona che partecipa abitualmente ai barcamp ce ne sono decine che curano giornalmente i loro blog o i loro videoblog, interessanti o meno interessanti che siano, autorevoli o meno autorevoli, generalisti o tematici, rivolti a tutti o rivolti alla loro ristretta cerchia di amici, e che non hanno alcuna voglia di partecipare ai barcamp o che nemmeno sanno di cosa si tratti 🙂
    Per cui diciamo pure che i barcamp sono dei ritrovi tra amici aperti anche a chi non ha mai partecipato, durante i quali ci si diverte e spesso di discute di cose molto interessanti, ma non sentiamoci rappresentanti di nulla, per favore, prima di tutto perché nessuno ci ha eletti a rappresentanti di qualcosa, e poi perché, altrimenti, si dovrebbe parlare anche di rappresentanti di chi guarda la televisione, di chi ama la torta sacher, o di chi dorme a pancia in giù… quindi, speriamo che ai prossimi barcamp ci saranno anche tante persone nuove, ma questa non è la blogosfera, ma solo una piccola fetta 🙂

  7. Roberto aka Postoditacco says:

    ottobre 18th, 2009 at 11:01

    Brava, bel post!
    Hai descritto benissimo lo spirito che anima questo evento e condivido tutto il tuo pensiero
    E’ stato un piacere conoscerti *anche* di persona 🙂

  8. Notizie dai blog su XKCD, i Blogger ed il Coslay del futuro says:

    maggio 20th, 2010 at 10:45

    […] You are Blogfest on my mind Lo scrivo adesso, prima che mi scivoli via di dosso come i sogni belli che fai la mattina, e te li porti fino a colazione prima di perderli in un’ansa della memoria e non riuscire a ritrovarli più. blog: sai tenere un segreto? | leggi l'articolo […]

  9. Notizie dai blog su Ieri parlavamo di lei. Lei, una presenza che è stata così importante i says:

    luglio 11th, 2010 at 10:57

    […] You are Blogfest on my mind Lo scrivo adesso, prima che mi scivoli via di dosso come i sogni belli che fai la mattina, e te li porti fino a colazione prima di perderli in un’ansa della memoria e non riuscire a ritrovarli più. blog: sai tenere un segreto? | leggi l'articolo […]