La rava, ma soprattutto la fava

pubblicato da Giulia mercoledì, maggio 6, 2009 11:54
Aggiunto alla categoria In miniera, Target du jour

Non saprei dire, perché a un certo punto, durante l’interminabile spottone elettorale/monologo teatrale di Berlusconi da Vespa ieri sera, mi sono addormentata di botto, e mi sono svegliata che avevano cambiato canale. Per cui sono rimasta con questo interrogativo: ma alla fine, qualcuno gli ha chiesto chi è questo benedetto signor Letizia di Casoria? Che non è stato l’autista di Craxi, ma è un amico personale del Premier da un tempo sufficiente a fare sì che il Premier si fermi da lui a fare quattro chiacchiere? Che lavoro fa, e che ruolo ha, se Berlusconi si ferma alla festa di compleanno di sua figlia per discutere di gente da inserire nelle liste elettorali? Chi è, dove agisce, cosa fa di mestiere, perché può permettersi di suggerire gente da candidare che viene effettivamente candidata?

Qualcuno l’ha fatta, ‘sta domanda? No, eh?

Commenti e ping chiusi.

52 commenti to “La rava, ma soprattutto la fava”

  1. Giulia says:

    maggio 9th, 2009 at 7:32

    No, come ho detto più volte, il sistema di moderazione dei commenti è balengo, e fa finire nello spam anche i commenti legittimi.

  2. seralf says:

    maggio 24th, 2009 at 6:21

    è da tempo che repubblica mi sembra sempre più simile a novella 2000.
    ora se ne esce con questo articolo, che certamente avrete letto:
    http://www.repubblica.it/2009/05/sezioni/politica/berlusconi-divorzio-2/parla-gino/parla-gino.html
    Qui i casi sono tre:
    1) repubblica è novella 2000 e Gino è un mitomane, almeno in parte: cioè come diremmo qui a Roma è un po’ “cazzaro” e racconta cose con un fondo di verità ma molto gonfiate
    2) è tutta una cospirazione dei comunishti: personalmente non mi piace come metodo elettorale, ma avrebbe almeno il pregio -come giustamente sottolineavano oggi su macchianera- di ringalluzzire un po’ le menti ottenebrate della sinistra, dando prova di machiavellismi che se pure inutili e un filo di cattivo gusto testimonierebbero almeno un po’ di ritrovata intelligenza. Diciamo furbizia va, non ci sblinaciamo
    3) è tutto vero.
    Facciamola semplice: il Signor B. metta in moto i suoi 40 avvocatoni (gli stessi incapaci di far condannare Travaglio 🙂 e smentisca punto per punto il signorino G.
    Io intanto compro il popcorn