Regolamentami ‘sto post

pubblicato da Giulia mercoledì, dicembre 3, 2008 16:58
Aggiunto alla categoria In miniera, Target du jour

Non è che abbia il tempo di cazzeggiare, in questo preciso momento, ma c’è una cosa che mi brucia sulla punta della lingua e quindi la dico, veloce e senza fronzoli.

Berlusconi non parla mai senza un tornaconto personale o elettorale. Questa cosa di “regolamentare Internet” è ovviamente una cazzata. Lo sa chiunque abbia idea di come funziona il mezzo, per cui prendetela per quello che è: una cazzata. L’ha detta fondamentalmente perché sa che è passata efficacemente l’idea che Internet sia quella cosa che appena la apri, i bambini vedono le donne nude.

E’ così. Fuori dalla cerchia di chi sa cosa siano un browser o un motore di ricerca, si pensa a Internet come a una cosa acquattata nel computer, una specie di bomba pronta ad esplodere, il babau che irretisce i pupini. Il Presdelcons lo sa. Quindi dice questa minchiata di “regolamentare Internet”, non perché si possa fare o sia auspicabile farlo, ma perché la solita maledetta casalinga di Voghera la sentirà al telegiornale e dirà “Bravo! Finalmente qualcuno che fa qualcosa per questo brutto Internet!” (perché la casalinga di Voghera, come Ornella Vanoni, pensa che “Internet” sia maschile).

End.

Commenti e ping chiusi.

43 commenti to “Regolamentami ‘sto post”

  1. ••FLUK•• says:

    dicembre 3rd, 2008 at 5:09

    applausi!!

  2. onanrecords says:

    dicembre 3rd, 2008 at 6:20

    E’ perfetto.
    Lui continua a tenere fortissimi rapporti con quella casalinga di Voghera che noi ci ostianiamo a pensare già morta. Il fatto è che il premier credendo in una assai prossima aspettativa di vita femminile intorno ai 120 anni…

  3. valeria says:

    dicembre 3rd, 2008 at 8:41

    Ma che tristezza…pensa che proprio ora sto preparando un esame che tratta delle nuove tecnologie e del loro possibile uso educativo e terapeutico.E’ assurdo quanto Berlusconi voglia fare leva sull’ignoranza. Davvero assurdo. Perchè secondo me la casalinga di Voghera, a differenza della Vanoni,qualche intuizione che Internet potrebbe essere ANCHE utile,ce l’ha.

  4. Disorder says:

    dicembre 3rd, 2008 at 9:33

    Oggi però il Tg1 ha fatto un servizio in cui spiegava passo per passo alle stesse C.d.V. come girare video col telefonino, passarli via usb sul pc, andare sul sito del tg1 e uploadarli. Giuro!
    Perché di video fuffa non ne mandano abbastanza in onda da soli, eh!

  5. Mark says:

    dicembre 3rd, 2008 at 9:33

    Il problema vero di questo Paese è che, quando si tratta di votare, la casalinga di cui sopra è come il pianista in parlamento: sembra che voti per 5.

  6. ///umberto says:

    dicembre 3rd, 2008 at 11:36

    Condivido appieno e aggiungo: Internet in realtà sarebbe neutro. L’articolo non ci vorrebbe, né il femminile di Vespa, né il maschile..

  7. tb says:

    dicembre 4th, 2008 at 7:57

    tutto giusto, tutto bello, tutto di sinistra, ma i nostri figli vanno su un qualisiasi motore di ricerca digitanto “pompino”, “cazzo”, “figa” e ci siamo capiti, solo perchè lo hanno sentito fuori casa o anche a casa, e per loro si apre un mondo diverso fatto solo di sesso e chi vivrà vedrà. Anche io, che sono un povero contadino, riesco a capire che internet non può essere regolamentato, ma sentire qualcuno che parla di internet anche in termini non entusiastici non mi crea tutta questa incazzatura che traspare nel post.
    Poi a 6 mesi dalla vittoria elettorale non credo prorpio che le dichiarazione del Silvio siano a scopo propagandistico-elettorale.

  8. PaoP says:

    dicembre 4th, 2008 at 8:49

    Vien da dire che chiunque abbia dei bamibini/figli/ragazzi e sia preoccupato che InternetCattiva possa danneggiarli puo’ attivare il filtro dei contenuti ben presente in ogni browser e che automaticamente previene l’accesso a siti classificati come sessualmente espliciti etc.etc.

    E non voglio nemmeno pensare al faccia-di-culismo del “eh oh, ma chi sono io… e’ difficile fare sta roba dei filtri non sono Bill Gates.”

    Si eh? Ma E-mule o Bit Torernt, hai imparato a usarli?! Ecco, bravo allora butta 15 minuti della tua vita e su Google cercati “attivare filtri dei contenuti”…

    O l’amico piratone che ogni anno ti suggerisce la nuova schead grafica o ti passa Vista craccato, se proprio non sai scrivere sulla tastiera…

    Voglio riaffermare la necessita’ di far capira ai GENITORI che sono GENITORI. Cioe’, che chi si prende cura dei figli, sono LORO.

    Non la TV, non le maestre, non l’istruttore di nuoto/tennis/scherma, NON INTERNET.

    Ma se hai un figlio, ti interesserai di lui o NO?!

    … Blame Canada anyone?

    ma ho finito.
    PaoP

  9. PaoP says:

    dicembre 4th, 2008 at 8:49

    Ah tb parlavo anche con te…

  10. tb says:

    dicembre 4th, 2008 at 11:32

    scusami Paop ma non ho capito di cosa parlavi….

  11. Berlusconi vuole regolamentare Internet nel mondo « GmG’s Weblog says:

    dicembre 4th, 2008 at 12:27

    [...] peso dell’Italia e del premier stesso in ambito internazionale. C’è naturalmente chi liquida la cosa come una dichiarazione che piacerà alla casalinga di Voghera ma più in generale sembra prevalere [...]

  12. Giulia says:

    dicembre 4th, 2008 at 12:34

    tb, se i tuoi figli cercano pompino, cazzo e figa è perché hanno già idea di cosa troveranno. Negli anni ’70 si rubava Le Ore al fratello maggiore, e non è che la cosa fosse poi così diversa. Certo, se mi parli di pedofilia o di violenza, il discorso è diverso e lì basterebbe applicare le leggi vigenti: non è necessario “regolamentare Internet”.
    Con i figli, oltretutto, servirebbe un po’ di presenza in più e un po’ di protezionismo in meno: spiegare, non proibire. Ma qui si entra in discorsi pedagogici che esulano dal contesto. Internet non è il babau. E’ un mezzo di comunicazione.

    Sulla questione della propaganda, ti ricordo che il buon Silvio governa sulla base dei sondaggi e del consenso percepito. Non può permettersi di perdere popolarità, perché se succede non può più giustificare le sue decisioni discutibili sulla base del gradimento.

    (Quanto a “tutto molto di sinistra”, non serve essere di sinistra per farsi una risata sulle puttanate di Berlusconi. Conosco fior di gente di destra a cui Berlusconi pare un pagliaccio, e ha ragione.)

  13. Juste DeSadec says:

    dicembre 4th, 2008 at 1:09

    Quanto al genere, la casalinga di Voghera ha ragione. Come ogni prestito diretto da lingua straniera (tipologia di forestierismo), il termine ‘internet’ è in italiano un neutro fisso, quindi si comporta linguisticamente come un maschile. :)

  14. Giulia says:

    dicembre 4th, 2008 at 2:39

    Credevo si accordasse al genere della parola tradotta. Quindi “net”=”rete”, femminile. Anche se c’è proprio un gran casino.

  15. diamonds says:

    dicembre 4th, 2008 at 2:52

    istituendo un parallelo scaleno con Melville i fan del premier si possono distinguere in due categorie:
    -quelli che si domandano come mai Achab non si rechi direttamente in pescheria per risolvere il suo problema(citando Il lagioia di Occidente per principianti)
    -coloro che ritengono che il capitano sposando la causa di quell’ossessione morbosa non mettesse abbastanza furore agonistico

  16. tb says:

    dicembre 4th, 2008 at 3:54

    c’è molta gente che rimane morbosamente attaccata alla tastiera per ore e che non ha più una vita per colpa di internet.
    la gente si chiama più per nick che per nome.
    qualche problemino io lo vedo.

  17. tb says:

    dicembre 4th, 2008 at 3:56

    è ovvio che non mi riferisco a nessuno di voi.

  18. il matto says:

    dicembre 4th, 2008 at 4:10

    Sì, è così. E’ l’ennesima dichiarazione che porta consensi perché in linea con l’idea che la gente ha di quest’essere terrificante che stupra i bambini (internet), e nessun provvedimento concreto.

  19. tb says:

    dicembre 4th, 2008 at 4:48

    Sembra che sia solo Berlusconi a parlare per farsi propaganda. Invece tutti gli altri bravi politici che vanno a Ballarò, da Crozza, da Santoro, ecc., sono animati da bellissimi propositi, e fanno politica disinteressata senza voler tirare acqua al proprio mulino.
    Va bene essere d’accordo con Giulia, va bene avere le proprie idee, va bene odiare Berlusconi, va bene pure puntualizzare l’ovvio, però isolare Sor Silvio su l’argomento della propaganda è un offesa all’altrui intelletto.

  20. fabrizio says:

    dicembre 4th, 2008 at 5:22

    non sapevo che essersi accorti del fatto che berlusconi sia uno che fa solo i propri interessi fosse una cosa di sinistra…

    Tb, io ti capisco. davvero. ma internet rappresenta per noi (anche per te) la libertà… l’unica forse che ci é rimasta di questi tempi. secondo te quando berlusconi dice “regolamentare” pensi che si riferisca ai siti porno? facciamo una scommessa personale. ti invito a verificare tra poco che il “regolamentare” si riferirà ai blog come questo e a chi fa informazione in rete. te la senti di scommettere, avendo ovviamente compreso che la limitazione alla libertà di espressione é segno del più bieco oscurantismo degno di una dittatura fascio-comunista, che la proposta sarà una cosa del genere?

  21. pcologo says:

    dicembre 4th, 2008 at 6:22

    Regolamentare Internet per loro significa una cosa sola: bloccare la diffusione di musica, film e calcio gratis per soddisfare le major e pay-tv. Della pornografia non interessa a nessuno e del resto è tecnicamente difficirle bloccarla.

  22. Giulia says:

    dicembre 4th, 2008 at 7:34

    “Ma lo fanno anche gli aaaaaltriiiiii!” è la frigna che viene fuori ogni volta che si constata come Berlusconi usi i sondaggi per governare. Beh, no.
    Non solo non è così – Prodi non lo faceva, per dirne uno – ma la politica interessata di Berlusconi è VERAMENTE interessata. Perché Berlusconi è principalmente un imprenditore che usa la sua posizione governativa per proteggere i propri affari.
    Su questo non mi pare ci sia da discutere.
    E “Lo fanno anche gli aaaaaaltriiiii!” è una frigna. Una frigna inutile. Perché ammesso che sia vero, non è una giustificazione. Non è che se tutti si comportano in maniera non etica, allora questo giustifica tutti. Se tutti usciamo e andiamo ad ammazzare la gente per strada, non siamo automaticamente al di sopra di ogni giudizio. Siamo comunque assassini.

    Il mio commento non era dettato da un generico “odio” verso Berlusconi, ma dalla necessità di essere critici verso chi governa, a prescindere dall’inclinazione ideologica.

    La tua reazione, tb, dimostra solo che hai finito gli argomenti, e come tutti i berlusconiani, quando non sai come reggere le critiche, o dici “E vabbè, voi capite tutto e io sono stupido” oppure dici “Eh, ma i politici sono tutti uguali!”

    Entrambe sono due lagnose cazzate. Lucidità e onestà, per favore. Non gnagnera.

  23. Nessuno says:

    dicembre 4th, 2008 at 9:03

    :-)

  24. sl0wg33k says:

    dicembre 5th, 2008 at 1:41

    concordo con la visione dell’autore del post, ma secondo me ti stai concentrando sui contenuti, mentre il caro Puffone potrebbe e potrà (e secondo me lo farà) intervenire sulle *modalità* di fruizione degli stessi

    scenari di una possibile regolamentazione:

    # tassa su Internet
    # tassa sui messaggi email
    # filtraggio dei contenuti tipo Cina, Cuba, Tunisia, ecc.
    # libertà di identificazione utenti P2P da parte di entità private

    eccetera eccetera eccetera

    vi sembra impossibile?

    a me no

    la “legge sui blog” (che continuano a proporre) è li in rampa di lancio

    @ tb: d’accordo, la politica è una cosa sporca, ma forse non ti sei accorto di quanto sia grosso il mulino di arcore rispetto agli altri…

    *augh*

  25. tb says:

    dicembre 5th, 2008 at 7:48

    No non ho finito gli argomenti. E’ solo che non penso che ogni volta che Berlusconi parla faccia campagna elettorale. E’ solo un’opinione diversa dalla tua e da quella degli altri. A me piace andare sul mulo, ma i miei amici che a loro volta vanno sul mulo, mi hanno detto che a volte è illegale. Se si volesse regolamentare la cavalcata dei vari muli, e credo che sia veramente impossibile, non è che uno se ne dovrebbe fare meraviglia.
    Detto questo ribadisco fortemente di essere un neosimpatizzate di Berlusconi soprattutto grazie al veleno degli altri.

  26. tb says:

    dicembre 5th, 2008 at 7:50

    P.S. però è vero che voi capite tutto anche se io non credo di essere così stupido. ^__^

  27. Giulia says:

    dicembre 5th, 2008 at 9:45

    tb, essere un simpatizzante di Berlusconi “grazie al veleno degli altri” significa a) ammazzare il proprio senso critico e b) diventare il tipo di persona che è potenzialmente satanista perché la Chiesa ce l’ha col diavolo.

    Non ti viene in mente che possa non essere “veleno”, ma semplicemente “disaccordo”? Berlusconi passa molto del suo tempo a chiamare “veleno” quelle che sono critiche di merito. E’ una strategia di delegittimazione del dissenso: dalla sua posizione, se dice che “Tutti ce l’hanno con me”, i suoi elettori (come te) simpatizzano perché pensano che si tratti di accuse ingiuste. Non stanno lì a guardare nel merito.

    Eppure Berlusconi non ha fatto niente di concreto e positivo per l’Italia. Sta fra i piedi da anni, e la situazione è sempre peggiore. Ha governato molto più a lungo della sinistra a cui addossa la colpa dei problemi, e ha introdotto leggi disastrose, ma gli basta dire “Ce l’hanno con me!” perché quelli come te applaudano.

    Dovresti sentirti preso per il culo.

  28. tb says:

    dicembre 5th, 2008 at 10:44

    No, invece credo che Berlusconi abbia fatto molto e che poco in Italia gli venga riconosciuto.
    Ma rispetto quello che pensi e dici.
    Quanto al veleno, ribadisco che mai un politico è stato così pesantemente attaccato nella storia italiana. Quando Berlusconi era un ricchissimo imprenditore ma non stava in politica nessuno se lo cagava, lo processava o lo insultava. A me questo mi fa riflettere.

  29. Nessuno says:

    dicembre 5th, 2008 at 12:15

    No comment :-)

  30. Giulia says:

    dicembre 5th, 2008 at 2:26

    tb, vorrei che tu mi citassi un provvedimento (che non sia la legge Sirchia) emanato da un qualsiasi governo Berlusconi che abbia portato giovamento sul medio e breve periodo al paese. Un provvedimento, uno solo, che abbia concretamente migliorato la vita degli italiani non solo nell’immediato, ma negli anni a seguire.

    La legge 30 sul lavoro?
    La legge 40 sulla fecondazione artificiale?
    La depenalizzazione del falso in bilancio?
    I condoni fiscali?
    La legge Gasparri sulle telecomunicazioni?
    Il lodo Alfano?

    Non so, ci sono altri provvedimenti presi da Berlusconi e soci che abbiano avuto vere ricadute positive sul benessere, i diritti civili, la salute dei cittadini? Citameli. Fammi vedere la meraviglia di Berlusconi.

    Chiariamoci, anche gli altri governi hanno fatto errori. Ma concentriamoci su di lui, sul vostro lider maximo: cosa ha fatto, di concreto, per meritarsi tanto tifo? Perché pensare che ogni critica che gli viene mossa sia immotivata?

    Quando Berlusconi era imprenditore, gli stavano alle calcagna perché avevano fiutato illeciti. Per cui è sceso in politica, e il numero dei provvedimenti esplicitamente presi per metterlo in salvo è piuttosto indicativo di quali fossero le sue vere intenzioni. Tanto più che il suo ripetere ossessivamente “cambiare, cambiare” non ha portato ad alcun cambiamento: il governo Berlusconi è conservatore, peggiora quello che può, si tiene buoni gli industriali e non ha migliorato di una virgola la vita di donne, anziani, giovani e bambini.

    E comunque, grazie al cazzo che quando era imprenditore nessuno lo criticava come da quando è politico: ti viene mai in mente che forse da imprenditore non aveva la responsabilità della guida di un paese? E che la guida di un paese sia una cosa seria, che lui ha fatto male, senza curarsi degli effetti dei suoi provvedimenti, tanta propaganda e zero effetti positivi?

    Non è che Berlusconi sia di default immune alle critiche, e che criticarlo sia sintomo di invidia o veleno. Ha delle responsabilità. Come governante è vergognoso. Non è in grado di guidare efficacemente il paese.

  31. tb says:

    dicembre 5th, 2008 at 3:18

    Guarda Giulia io non sono un politologo ma ricordo che alcuni provvedimenti li ho trovati positivi. Ricordo lo scudo fiscale ad opera di Tremonti (dalla sinistra tanto criticato) che ha permesso di riportare in Italia capitali che non sarebbero più tornati. Ricordo una serie di provvedimenti per snellire la burocrazia nelle amministrazioni. La legge Gasparri è ineccebile come quella sulle successioni e donazioni (non so che cosa si possa criticare a questi due provvedimenti).
    Da libero professionista non posso che essere soffisfatto delle legge 30 sul lavoro.
    Poi è ovvio che alcune o molte leggi e provvedimenti siano stati insoddisfacenti non solo per te ma anche per me.

  32. Carlos says:

    dicembre 5th, 2008 at 3:28

    Tempo sprecato, cara Giulia… quello (tb) è probabile che sia un tifoso del Milan. E’ inutile che gli parli di cose complicate… a lui basta che Berlusconi gli comperi Ronaldinho o, al massimo, che gli prometta di levargli il bollo.

    Tutto il resto è roba troppo complicata… roba per cosacchi.

  33. Giulia says:

    dicembre 5th, 2008 at 3:57

    Il rientro di capitali, se non ricordo male, aveva riportato in Italia una quantità di soldi molto inferiore a quella che sarebbe stata raccolta con la normale tassazione. In pratica, hanno fatto lo sconto ai già ricchi. Benefici a lungo termine: nessuno.

    La legge 30 sta impedendo a milioni di italiani di costruirsi un futuro lavorativo, elevando i contratti (malpagati) a tempo determinato a norma, ed eliminando di fatto i controlli. Benefici a lungo termine: nessuno.

    La legge Gasparri sta permettendo a Rete4 di usurpare le frequenze assegnate a un altro canale. Benefici a lungo termine: nessuno (se non per Berlusconi).

    Legge sulle successioni: beh, permettere ai ricchi di passarsi i grossi capitali senza colpo ferire va benissimo, no? Benefici a lungo termine: nessuno.

    E no, non è OVVIO che alcuni provvedimenti possano lasciare insoddisfatti entrambi. Soprattutto perché i provvedimenti che mi hai citato come benefici hanno avuto impatti negativi sul lungo periodo, e sono stati promulgati o per tutelare determinate categorie, o per tutelare Berlusconi stesso. Il grosso della società italiana sta sempre peggio: e tuttavia vota Berlusconi come si tifa per una squadra di calcio, senza un vero motivo concreto, ma solo sulla base della “simpatia”.

    A me va bene che vi sia simpatico, ma preferirei che non ce lo infliggeste di continuo.

  34. tb says:

    dicembre 5th, 2008 at 4:25

    ok. però sono romanista. anzi dirò di più la roma viene dopo figli, moglie ed è a pari merito del cane. Quello (Carlos) crede che il tuo tempo sia sprecato ma non è vero perchè passando ogni tanto di quà ho cambiato molte delle mie opinioni. Ma non è posso cambiare del tutto.

  35. Nessuno says:

    dicembre 5th, 2008 at 4:34

    Giulia … “lider maximo” mi ricorda qualcun altro! …

    Vorrei ricordare a Carlos che il vostro amico Bertinotti è milanista …

    Forza Villari!!

  36. Carlos says:

    dicembre 5th, 2008 at 4:50

    “Vorrei ricordare a Carlos che il vostro amico Bertinotti è milanista … ”

    ————————-

    E’ più amico di Berlusconi che mio…e infatti di favori al nano gliene ha fatti parecchi. Quanto al “forza Villari” che dire… è il tipico slogan di derivazione Mediaset. Sai c’è una bella differenza fra essere di destra e berlusconiani. Con uno di destra ci si può confrontare… con un berlusconiano no, è inutile… è uno che si accontenta di riprodurre il disco rotto della voce del padrone

  37. _mar_ says:

    dicembre 5th, 2008 at 6:00

    Concordo con Giulia e con Carlos, tutto è stato già detto da loro, inutile ripetermi.

    Giulia grazie pre il tuo essere così diretta, è una cosa che apprezzo molto di te.

  38. Giulia says:

    dicembre 5th, 2008 at 6:52

    Ragazzi, se si dà da mangiare al cretino, il cretino cresce. Lasciamolo morire di fame.

  39. Giulia says:

    dicembre 5th, 2008 at 6:58

    tb, vorrei tranquillizzarti su una cosa: non è che io cerchi di farti diventare di sinistra, perché l’appartenenza politica è qualcosa di profondo e personale.
    Il mio tentativo, qui, è di dialogare su fatti e cose. Non su convinzioni. E’ chiaro che io e te vediamo il mondo in modo diverso, ma ci sono delle cose universalmente condivise (etica, onestà, trasparenza) che non sono né di destra né di sinistra. In altri paesi, ci sono partiti di destra che trovano l’operato dei governi di destra italiani aberrante. Allora, fatto salvo che le opinioni sono personali e il dialogo è fondamentale, io vorrei cominciare a capire se sia possibile uscire dall’impasse in cui siamo: essenzialmente, da una parte un culto della personalità (il Pdl), dall’altra un partito (il PD) che se non potesse fare dell’antiberlusconismo, al momento, non saprebbe cosa fare. Non ci fosse Berlusconi a fare cagnara, il PD dovrebbe farsi venire delle idee. Io non ne ho viste, almeno, non fra la dirigenza.

    Secondo me, tu che sei di destra e io che sono di sinistra abbiamo motivi assai simili per lamentarci dei rispettivi rappresentanti. Dico, eh.

  40. Nessuno says:

    dicembre 5th, 2008 at 7:43

    Giulia finalmente sono d’accordo con te … Veltroni lasciamolo morire di fame!!! (politicamente parlando!!

  41. tb says:

    dicembre 6th, 2008 at 1:09

    Grazie lo apprezzo molto.
    E l’ultimo commento mi trova tanto tanto d’accordo con te.
    Berlusconi tra pochissimi anni non sarà più alla guida di questo paese e spero vivamente che chiunque gli succederà ci troverà finalmente concordi nel parlare di politici e non di mascalzoni.

  42. Giulia says:

    dicembre 6th, 2008 at 2:22

    Purtroppo, il mio timore è che dalla parte di Berlusconi si stia creando una solida base di nulla a livello politico e tutto a livello di arraffonismo e capacità di intortarsi l’elettore. E a sinistra non si sta creando molto, se non forse a una base che non viene assolutamente ascoltata.

    Vedremo. Ma nel frattempo, che si fa? Si manda giù e si sta zitti? Tu non sai che dolore mi provoca.

  43. Nessuno says:

    dicembre 6th, 2008 at 8:59

    … insomma tutti gli esseri pensanti sono a sinistra!!
    Che si fa? Tu continua a pensare, nel frattempo noi (inteso la non sinistra!!) continuiamo a governare!!